Lo scrigno dei ricordi
16/03/2016
Come sempre, ogni innovazione tecnologica, porta con sè grandissimi benefici, ma anche, a volte, qualche conseguenza negativa, magari soltanto il cambiamento di un'abitudine consolidata a favore di un nuovo modo di essere e di comportarsi.
E' quanto successo con il meraviglioso mondo della fotografia.
Non sono passati molti da anni, da quando si portavano a sviluppare i rullini di fotografie scattati durante i momenti importanti della propria vita e si attendeva con impazienza, di rivedere le immagini di quei momenti, sempre a distanza di un po' di tempo da quandoi si erano scattate le foto.
Quelle foto poi, andavano a comporre gli album...che diventavano dei veri e propri libri della storia di famiglia.
Tutti noi abbiamo trascorso ore a sfogliare gli album di fotografie dei nostri nonni, dei nostri genitori, della nostra infanzia.
Oggi tutto è più semplice e più veloce, ma d'altra parte, corriamo il rischio di non avere più un racconto per immagini da sfogliare e di non poter quindi costruire una concreta e solida memoria, di ciò che viviamo...
Ci sono però momenti in cui è bello tornare alla tradizione della fotografia stampata, fatta di immagini che vanno a prendere il loro posto, in un percorso creato da noi, o dal nostro fotografo di fiducia, in un vero e proprio album che sarà un oggetto importante e sempre presente nella nostra casa.
Da queste considerazioni e da appassionato di tutto ciò che di bello il passato ci ha tramandato, ho voluto quindi disegnare una serie di album, prodotti con sapienza artigianale da abili mani.
Dei veri e propri scrigni di ricordi che possano accompagnarci come amici sinceri a cui far ricorso per rivivere in serenità i momenti felici che sono nei nostri ricordi.
La produzione è di Perego Album
BACK