Matrimonio sulle punte
15/12/2014
My dear friends, potete immaginare che emozione possa essere curare la coreografia dell’arrivo alla cerimonia di una sposa, che è anche “Etoile” della Scala?
Voglio raccontarvi proprio questo, un matrimonio del quale sono davvero molto orgoglioso, la cui protagonista, Elisabetta Armiato, era, al tempo delle nozze, la prima ballerina della Scala.
Il matrimonio si è svolto a Los Angeles nel periodo invernale che, in quella città, è però più una lunga primavera che un vero e proprio inverno. Per ricordare quindi,  le atmosfere dell’inverno milanese, ho voluto realizzare un percorso, nel giardino in cui si è svolta la cerimonia, costeggiato da cristalli di neve e piccole candele, mentre per il “tempietto” in cui si è svolta la cerimonia, ho proposto una decorazione realizzata con intrecci di rami di colore bianco, come se fossero ricoperti di ghiaccio.
Con gli stessi rami, ho poi realizzato un intreccio naturale che custodiva, al suo interno, la torta nuziale.
La sposa, che indossava un abito estremamente sofisticato, più un costume di scena che un vero e proprio abito da sposa, ha raggiunto lo sposo a passo di danza, secondo una coreografia provata più volte insieme nel mio studio di Milano.
Il bouquet, anch’esso etereo come una ballerina, era un semplice ramo su cui sbocciavano tanti piccoli fiori di cristallo.
BACK