Un giardino da vivere
14/03/2014
A volte da un’idea del tutto naturale, come potrebbe essere quella di fare del proprio giardino un paradiso, può nascere un centro botanico. Certo quando Carlo Confidati cominciò a piantare nel suo giardino le prime peonie giapponesi, non si trattava del terreno di 15 ettari che è oggi. Ma si sa, la bellezza è contagiosa. Così, il terreno che originariamente era destinato ad ospitare l’area verde della casa, si è trasformato nel Centro Moutan: più di 600 varietà di peonie e ibridi naturali, per un totale di oltre 250.000 piante, custodendo la maggior parte delle specie esistenti.
Il punto però non sta tanto in cosa questo giardino è diventato col passare del tempo, quanto piuttosto nella considerazione e nella cura che l’ingegner Confidati prestò alla parte che in origine doveva essere antistante all’abitazione. La ricerca del fiore giusto, la costruzione dell’ambiente: il giardino è stato considerato casa quanto lo spazio racchiuso dalle pareti.
Non ci sono scuse per non fare lo stesso. Poco importa quanto terreno si abbia a disposizione, potrebbe essere anche solo un vaso, imprescindibile è solo un po’ di dedizione e, naturalmente… tanto amore per il verde!
BACK