Gioiosa leggerezza
24/07/2012
Se l’allegria avesse una forma, sarebbe quella di un coloratissimo bouquet di fiori. Probabilmente un vaso di ranuncoli arancio e rosa, oppure rose, miste a ranuncoli gialli, il tutto su uno sfondo a pois.
Anche se la leggerezza di uno spirito gioioso sarebbe ben rappresentata da una nuvola di peonie bianche incorniciate da una parete dai colori delicati come un rosa cipria impreziosito da decori bianchi.
Credo che, sostando ma anche solo vedendo di sfuggita un simile spettacolo, nessuno potrebbe rimanere immune dalla forza contagiosa della gioia, anche le persone più dure ne sarebbero irradiate.
E pensare che è proprio la fragilità la chiave di tutto.
Se la felicità è pienezza ed armonia, allora nulla le è più lontano della gravità, e più vicina di un istante di frivola leggerezza.
Forse è proprio questo il segreto che custodiscono i fiori più belli; carpe diem, diceva Orazio.
BACK