Parigi: la casa di una dama d'altri tempi
13/04/2012
Il tempo è una convenzione di cui non riusciamo a liberarci. Ma a volte, quando la bellezza arriva a toccare quel punto di non ritorno che potremmo chiamare perfezione (anche se in realtà intendo una sorta di profumo d’infinito, una connessione magica, un miracolo tra le mille difficoltà dell’essere umano e la bellezza) allora vediamo. Vediamo come il succedersi delle epoche, delle sensibilità, delle emozioni non fanno altro che aggiungere fascino al bello. Ed è questo quello che si prova, entrando in questa casa.
Sono circondato da una raffinata eleganza, quasi rarefatta, come fosse un velo di cipria. Un vassoio in argento con una cesellatura perfetta, ricca, impalpabile. Un seducente divano anni ’20, una tavola apparecchiata pronta ad accogliermi; tutto mentre sono inebriato dalla bellezza degli incredibili oggetti che mi circondano.
Travolto da questa giovane ragazza di inizio secolo e dalla sua casa parigina ho goduto di un attimo di eternità.
BACK