L'orto s'è fatto giardino
19/03/2012
A volte ricordare il passato sprona ad abbandonare ogni conformismo.
E’ sufficiente pensare che un tempo si sarebbero inorriditi al pensare che qualcuno potesse mangiare pomodori. Questo ortaggio era coltivato unicamente per godere della sua bellezza.
Così se provassimo ad osservare con altri occhi il mondo che ci circonda, davvero giudicheremmo le carote, le verze e gli asparagi meno belli di un fiore? E l’insalata, nelle sue mille varietà di colore e di forme, non potrebbe essere quell’elemento, che, all’interno di una composizione floreale dia quel tocco di magia capace di far toccare l’infinito con un solo sguardo?
Con un po’ di fantasia, utilizzando l’infinita bellezza che la natura ci regala, gli ambienti in cui viviamo diventeranno sempre più belli. E anche la nostra vita.
BACK